Dicembre 2021 - Volume XL - numero 10

Medico e Bambino


Aggiornamento

Ipertiroidismo e tiroidite autoimmune in età evolutiva

Maria Chiara Pellegrin1, Alessandro Occhipinti2, Benedetta Bossini2, Stefania Norbedo1, Elena Faleschini1, Egidio Barbi1,2, Carla Bizzarri3, Gianluca Tornese1

1IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Trieste
2Università di Trieste
3Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù”, Roma

Indirizzo per corrispondenza: mariachiara.pellegrin@burlo.trieste.it

Hyperthiroidism and autoimmune thyroiditis in paediatric age

Key words: Hyperthyroidism, Graves’ disease, Down syndrome, Antithyroid agents, Radioiodine ablation, Thyroidectomy

Hyperthyroidism is a rare clinical entity in paediatric age. In most cases the etiology is autoimmune and goiter represents the typical presentation. Ophthalmopathy is rare and can precede the diagnosis of autoimmune hyperthyroidism. Thyrotoxicosis caused by the hyperthyroid phase of Hashimoto’s thyroiditis must be carefully distinguished from Graves’ disease (GD), since the first condition has a better prognosis for spontaneous remission. Three treatment options are currently available for the management of paediatric GD. First-line therapy is antithyroid drugs, while thyroidectomy and radioiodine are considered on relapse. A lower remission rate and a higher risk of adverse events are observed after the first course of methimazole in childhood with respect to adulthood. Children and adolescents may require a prolonged antithyroid treatment, but an overall consensus regarding the optimal regimen is lacking.

L’ipertiroidismo è una condizione rara in pediatria. Nella maggior parte dei casi l’eziologia è autoimmune e il gozzo rappresenta la tipica modalità di esordio. Raro invece è l’esoftalmo, che può precedere la diagnosi di ipertiroidismo autoimmune. La principale diagnosi differenziale della malattia di Graves (GD) è l’hashitossicosi, ovvero la fase ipertiroidea all’esordio di una tiroidite autoimmune, condizione che ha prognosi migliore (remissione spontanea in qualche mese) e difficilmente necessita di terapia. Attualmente le opzioni di trattamento del GD in età pediatrica sono tre: i farmaci anti-tiroidei, che rappresentano la terapia di prima linea, la tiroidectomia e il radioiodio, che vengono considerati in caso di recidive o intolleranza ai farmaci. Dopo il primo ciclo di metimazolo è descritto un tasso di remissione inferiore e un rischio più elevato di eventi avversi rispetto l’adulto. Bambini e adolescenti possono beneficiare di un trattamento farmacologico antitiroideo prolungato, ma manca un consenso generale sul regime ottimale da seguire.

Vuoi citare questo contributo?

Pellegrin MC, Occhipinti A, Bossini B, Norbedo S, Faleschini E, Barbi E, Bizzarri C, Tornese G.
Ipertiroidismo e tiroidite autoimmune in età evolutiva
Medico e Bambino 2021;40(10):637-645 DOI: https://doi.org/10.53126/MEB40637


L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password