Dicembre 2021 - Volume XL - numero 10

Medico e Bambino


Percorsi clinici

Cocleo-labirintopatie nel bambino

Irene Bona1, Claudia Sciarrotta1, Dante Ferrara2, Giovanni Corsello3

1Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Palermo
2Pediatra di famiglia, ASP 6 Palermo, docente di Cure Primarie, Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Palermo
3Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e Materno-Infantile “G. D’Alessandro”, Università di Palermo

Indirizzo per corrispondenza: giocors@alice.it

Cochleo-labyrinthopathy in children

Key words: Vertigo, Hearing loss, Herpetic infection

Cochleo-labyrinthopathy (CL) is an affection that involves cochlea and vestibular system. It occurs with the association of auditory symptoms (sensorineural hearing loss and tinnitus), vestibular symptoms (objective vertigo, unidirectional horizontal-rotary nystagmus and static or dynamic balance disorders) and neurovegetative signs (nausea, vomiting, pallor, sweating, etc.). The diagnosis may be difficult in paediatric age since the child is unable to clearly express their discomfort and symptoms. Multiple causes have been recognized but, in acute cases, infection is the most frequent etiological agent. The paper describes a case of CL due to Herpes Virus 1-2 infection responsive to acyclovir and reports a flow-chart for the diagnostic approach to the vertiginous syndromes in children.

La cocleo-labirintopatia è un’affezione che coinvolge coclea e sistema vestibolare. Si connota quindi per la associazione, in diverso grado, di sintomi uditivi (come l’ipoacusia neurosensoriale e gli acufeni), vestibolari (come le vertigini oggettive, il nistagmo e il disturbo dell’equilibrio) e neurovegetativi (come nausea, vomito, pallore, sudorazione). L’incapacità del bambino di esprimere correttamente i sintomi può rendere la diagnosi difficile. Le cause della cocleo-labirintopatia possono essere di diverso tipo, ma nei casi acuti l’infezione è l’agente eziologico più frequente. Viene qui descritto un caso di cocleo-labirintopatia acuta secondario a infezione da herpesvirus 1-2 (HSV 1-2) in una bambina di 8 anni che ha risposto rapidamente alla terapia con aciclovir. La discussione del caso ha dato occasione anche a una messa a punto dell’approccio diagnostico alla vertigine nel bambino.

Vuoi citare questo contributo?



L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password